non tutte le zeoliti sono uguali

nascono strutture

Abbiamo rapporti decennali con le miniere che abbiamo selezionato in base alla purezza, l'estrazione di questi minerali non compromette l'ambiente e le quantità estratte sono irrisorie rispetto alle disponibilità.

 

Ci sono diversi modi di affrontare lo scavo dei minerali di zeolite, noi evitiamo l'utilizzo di mine ed altre sostanze esplosive ed inquinanti che velocizzano i processi. Ci preoccupiamo delle condizioni di sicurezza delle miniere e lavoriamo con strumenti puramente meccanici a basse velocità.

 

Significa che ogni giorno produciamo un decimo di quello che una 'normale' miniera produce. Inoltre dove rileviamo presenze di terre e zeoliti diverse selezioniamo eliminando questo materiale che viene separato per garantire un alto grado di purezza di clinoptilolite. Portiamo il pietrisco a piccole dimensioni e lo micronizziamo con mulini speciali a velocità incrementate gradualmente.

 

Questa è la prima fase di lavorazione. La scelta delle miniere in base alla purezza e assenza di inquinanti é il primo passo fondamentale.

 

Preparazione.

Portiamo il pietrisco a piccole dimensioni e lo micronizziamo con mulini speciali a velocità incrementate gradualmente evitando inquinamenti. Otteniamo così una polvere le cui particelle sono grandi sino a 300 micron. In questa fase sottoponiamo le polveri ad una attivazione termica a ca. 500 gradi. Una volta raffreddate procediamo ad una prima fase di analisi batteriologiche e di purezza. I materiali a questo punto vengono stoccati in ambienti controllati e conservati in attesa dell'attivazione PMA.

 

Quando ci ponemmo il problema di sfruttare tutte le potenzialità di questo minerale fatto di canali che possono inglobare particelle polari (come le tossine, i radicali, i metalli etc) capimmo che ridurre le particelle del minerale era la via principale per permettere l'accesso ai canali interni.

Ma accelerando tutte le tecnologie esistenti per macinare finemente questi minerali aumentavano anche le frizioni sui metalli dei mulini stessi e le polveri si caricavano di particelle indesiderate.

 

Fu così che adattammo una tecnologia creata per sostanze liquide ad un utilizzo diverso e innovativo.